Recensione a “Poema della Fine” di Vasilisk Gnedov- traduzione di Mattia Tarantino

Sul lit-blog Laboratori Poesia trovate oggi la nota di lettura a “Poema della fine” (Terra d’ulivi – 2020) di Vasilisk Gnedov, traduzione di Mattia Tarantino. Dalla nota di lettura: “È un’interessante proposta e al tempo stesso una provocazione, certamente una proposta spiazzante per qualunque lettore che non abbia una conoscenza dell’opera di Gnedov, questa traduzioneContinua a leggere “Recensione a “Poema della Fine” di Vasilisk Gnedov- traduzione di Mattia Tarantino”

La transumanza ontologica di Paola Pennecchi. Lettura di “Traslochi”, di Gabriella Cinti

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
  Paola Pennecchi muove dall’adesione all’espressione come moto primordiale dei viventi: questo dato – di per sé – la inscrive in un percorso di pensiero-parola che è il suo vero viaggio. Il panismo filosofico si innerva in una trepida creaturalità, che affratella Paola alla natura, in un misticismo…

Recensione a “Il tremore degli anni” di Filippo Ravizza

Sul lit-blog Laboratori Poesia trovate oggi la nota di lettura a “Il tremore degli anni” (puntoacapo – 2020), il più recente lavoro di Filippo Ravizza. Dalla nota di lettura: “Filippo Ravizza torna dopo tre anni dal precedente La coscienza del tempo” (La Vita Felice, 2017), preceduto alla stessa cadenza temporale da Nel secolo fragile (La Vita Felice, 2014),Continua a leggere “Recensione a “Il tremore degli anni” di Filippo Ravizza”

“Ricognizioni” di Milena Tagliavini- nota di lettura di Rita Bompadre

Oggi ospitiamo una nuova nota di lettura scritta da Rita Bompadre che riportiamo di seguito. “Ricognizioni” di Milena Tagliavini (Giuliano Ladolfi Editore, 2020) è una conferma introspettiva all’analisi autonoma della forza poetica, all’indagine inconscia dell’esistenza. Milena Tagliavini prende atto della coscienza osservando la confidenza finalizzata al riconoscimento del proprio mondo, esaminando la propria interiorità interpretataContinua a leggere ““Ricognizioni” di Milena Tagliavini- nota di lettura di Rita Bompadre”

La “SmartPoetry” di Alessandra Gasparini

I due librini d’arte di Alessandra Gasparini, “Notebook” e “Tutte le note“, editi da La Centrale Edizioni in tiratura ciascuno di 100 copie, sono accomunati dal fatto di nascere impiegando materiali che sono stati realizzati direttamente dall’autrice sul suo smartphone utilizzando una varietà di fonti e di strumenti: disegni realizzati sullo smartphone, rielaborazione di immaginiContinua a leggere “La “SmartPoetry” di Alessandra Gasparini”

Su “Né padri né madri” di Marco G. Maggi- Ladolfi Editore

Marco G. Maggi, autore che conosciamo da tempo, si cimenta in questo suo lavoro in una nuova impresa: il poemetto. Affrontare la misura più estesa del poemetto, articolando la scrittura in un’unica struttura coesa che raggiunge qualche centinaio di versi, non è certo impresa semplice: presuppone una continuità e un’applicazione nella scrittura che vanno aldilàContinua a leggere “Su “Né padri né madri” di Marco G. Maggi- Ladolfi Editore”

Su “Minimum Stuparich” di Massimo Morganti Capirossi – Terra d’Ulivi

Massimo Morganti Capirossi, continuando un esperimento di scrittura che dura da anni e che vedrà presto un nuovo capitolo, sceglie un percorso originale per dare voce alla sua parola poetica: il mascheramento dell’io con il tramite di un alter ego o di una “persona” che ha il volto di Auro Stuparich: strada questa che portaContinua a leggere “Su “Minimum Stuparich” di Massimo Morganti Capirossi – Terra d’Ulivi”

Su “Ionùda” di Mariangela Maio – Edizioni Dialoghi

Mariangela Maio, in questa sua opera prima, rivendica con decisione fin dal titolo l’esigenza interiore di una poesia dell’io che possa esporsi senza alcun inutile travestimento, denudandosi appunto. Ne deriva una poesia molto intima, lirica nei suoi fondamenti, tutta centrata sull’esposizione della ferita e del disagio interiore che ne nasce, associabili essenzialmente al dramma amorosoContinua a leggere “Su “Ionùda” di Mariangela Maio – Edizioni Dialoghi”

Su “Oggi ti sono passato vicino” di Tommaso Urselli (Ensemble Editore – 2020) – Blog Versante Ripido

Sul blog Versante Ripido, potete leggere la recensione al bel libro “Oggi ti sono passato vicino” di Tommaso Urselli (Ensemble Editore, 2020). Scrivo nella nota di lettura: “Se è possibile individuare un tema conduttore, come suggerito con evidenza dalla sezione eponima, è il ricordo del padre, la sua presenza pervasiva nel libro, anche nelle sezioniContinua a leggere “Su “Oggi ti sono passato vicino” di Tommaso Urselli (Ensemble Editore – 2020) – Blog Versante Ripido”

“21 grammi di solitudine” di Gianni Venturi- nota di lettura di Rita Bompadre

Oggi ospitiamo una nuova nota di lettura scritta da Rita Bompadre che riportiamo di seguito. “21 grammi di solitudine” di Gianni Venturi (Giuliano Ladolfi Editore, 2020) è il peso poetico di un respiro, il soffio intimo, l’impalpabile essenza del dolore umano, l’evanescenza di sentimenti puri e autentici. Il poeta, attraverso la fermezza descrittiva, essenziale eContinua a leggere ““21 grammi di solitudine” di Gianni Venturi- nota di lettura di Rita Bompadre”

Qualche appunto imperfetto sulla poesia di Arnold de Vos

Questa settimana la rubrica Poesia a confronto sul blog Laboratori Poesia viene sospesa per dedicare la giornata al ricordo del poeta Arnold de Vos, recentemente scomparso. Notizie biografiche e pubblicazioni principali di Arnold de Vos sono consultabili su Wikipedia e su La luna e il drago Poeta singolare e controcorrente, Arnold de Vos è l’esempioContinua a leggere “Qualche appunto imperfetto sulla poesia di Arnold de Vos”

La poesia senza “rivelazione” in Notizie da Patmos

Federico Migliorati, con la cura che lo contraddistingue nel suo impegno per la letteratura e la cultura in senso lato, scrive questa recensione, molto personale e ricca di contributi nuovi, per Notizie da Patmos (La Vita Felice, 2019), in prossima uscita su Il Gazzettino Nuovo del 24 Dicembre 2020, e da lui anticipata sul suoContinua a leggere “La poesia senza “rivelazione” in Notizie da Patmos”