Su “Né padri né madri” di Marco G. Maggi- Ladolfi Editore

Marco G. Maggi, autore che conosciamo da tempo, si cimenta in questo suo lavoro in una nuova impresa: il poemetto. Affrontare la misura più estesa del poemetto, articolando la scrittura in un’unica struttura coesa che raggiunge qualche centinaio di versi, non è certo impresa semplice: presuppone una continuità e un’applicazione nella scrittura che vanno aldilàContinua a leggere “Su “Né padri né madri” di Marco G. Maggi- Ladolfi Editore”