Claudia Piccinno su “Notizie da Patmos”

Claudia Piccinno, poeta e scrittrice, Direttrice in Europa del World Festival Poetry, propone oggi sul blog Farapoesia una sua intensa lettura di “Notizie da Patmos” (La Vita Felice, 2019), soprattutto mettendo in evidenza l’aspetto del “dialogo costante tra scienza e credo religioso, tra invenzione e preghiera“.

Dice Claudia Piccinno:

Patmos è la sede della folgorazione, della rivelazione.. Eppure conclude Bregoli qui non ci sono rivelazioni. L’ossimoro è qui quasi un rebus, un dettaglio nascosto, ma è fondante. Come fondamentale è l’antitesi tra l’uomo e Dio, ma è un’antitesi dialettica che mai sfocia nel conflitto. […]

C’è nel suo poetare un estrudersi dal corpol’ambire a un senso e l’ardire un passo in più, un verso oltre; è tangibile il suo volersi collocare in un ordine compiuto e in uno spazio immutato continuo, tra la fine e l’inizio in un agire circolare…il non riuscirci è quello che il poeta definisce dislessia di un noi impronunciato e che altro non è se non la difficoltà a consolidare il nostro posto nel mondo in relazione agli altri, alle nostre origini e all’ignoto che ci attende. […]”

La ringraziamo di cuore per questa sua lettura così puntuale e profonda.

Photo by Sidney Recato on Pexels.com

Si può leggere una selezione di poesie tratte da “Notizie da Patmos” al link qui indicato.

Pubblicato da Fabrizio Bregoli

Fabrizio Bregoli, nato nel bresciano, risiede da vent’anni in Brianza. Laureato con lode in Ingegneria Elettronica, lavora nel settore delle telecomunicazioni. Ha pubblicato le raccolte di poesia: “Cronache provvisorie (VJ, 2015), “Il senso della neve” (puntoacapo, 2016), “Zero al quoto” (puntoacapo, 2018), “Notizie da Patmos” (La Vita Felice, 2019). Ha inoltre realizzato per i tipi di Pulcinoelefante il libriccino d’arte “Grandi poeti” (2012) e per la collana Fiori di Torchio la plaquette “Onora il padre” (Serégn de la memoria, 2019). Sue opere sono incluse in “Lezioni di Poesia” (Arcipelago, 2015) a cura di Tomaso Kemeny e in “iPoet Lunario in Versi 2018” (Lietocolle, 2018), sulle riviste “Il Segnale”, “Atelier”, “Alla Bottega”, “Le voci della luna”, “Il Foglio Clandestino”, “Frequenze poetiche” e in numerose antologie e blog di poesia. È fra gli autori aderenti e censiti sul sito Italian Poetry, nato per la diffusione della poesia italiana nel mondo. Gli sono stati assegnati numerosi premi fra i quali: per la poesia inedita, i Premi “San Domenichino”, “Il Giardino di Babuk”, “Giovanni Descalzo”, “Dante d’Oro” dell’Università Bocconi di Milano, il “Premio della Stampa” al Città di Acqui Terme; per la poesia edita i Premi “Guido Gozzano”, “Rodolfo Valentino”, “Città di Umbertide” e il “Premio Letterario Internazionale Indipendente”. È stato inoltre finalista ai Premi Caput Gauri, Lorenzo Montano e Bologna in Lettere. Sulla sua poesia hanno scritto Tomaso Kemeny, Giuseppe Conte, Ivan Fedeli, Mauro Ferrari, Piero Marelli, Vincenzo Guarracino, Corrado Bagnoli, Sebastiano Aglieco, Paolo Gera, Sergio Gallo, Stefano Vitale, Eleonora Rimolo, Pierangela Rossi, Enea Roversi, e molti altri. Collabora come recensore con il sito “Larecherche.it”, con la pagina Facebook “Poeti Oggi” e fa parte della redazione di Laboratori Poesia per cui cura la rubrica “Poesia a confronto”.

Una opinione su "Claudia Piccinno su “Notizie da Patmos”"

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: