Alcuni testi inediti di Enea Roversi su Tragico Alverman

Poesie che bene sanno esprimere lo spirito dei nostri giorni, queste di Enea Roversi, poesie che testimoniano, anche se “gli aggettivi” sono “ormai finiti”, che la parola ha ancora ragioni da dire, un senso da strappare a quel “rumore” che la confonde e ne fa contraffazione, chiacchiera.
Ci chiedono una restituzione a noi stessi questi versi, per procedere oltre lo steccato di ogni “paura”, ritrovare “semplicemente quello che eravamo / quello che consapevoli ancora saremo.”, perché lì c’è il nostro “centro del mondo”, perché il domani, la fine, risiede in ogni inizio, come sosteneva anche Eliot in East Cocker.
Condividiamo con piacere nel nostro blog con un invito alla lettura.

Tragico Alverman

Foto di Ed Freeman

Alcuni testi scritti da me nel corso del 2020, naturalmente e rigorosamente inediti.

il cinema ha chiuso per sempre

troppi giri di parole per descrivere
l’amore e troppo poche le strade percorse
infiniti i soli asciugati dal maestrale
infinita la malinconia dei manifesti
strappati dietro le inferriate
con l’inutile l’indicazione degli orari
il cinema ha chiuso per sempre
le storie saranno presto dimenticate
ripiegate in un libro tascabile
affossate nel silenzio di foglie marce
un nubifragio di passaggio
toglierà di mezzo gli ultimi dubbi rimasti.


il centro del mondo

ma io lo ricordo ancora il nostro
primo bacio, ricordo bene la fontana
al centro della piazza, nel borgo
toscano che era in quel momento
il centro del mondo
del nostro mondo
delle viscerali emozioni, nostre
incorruttibili e torride
di tutto quell’essere così
semplicemente quello che eravamo
quello che consapevoli ancora saremo.

* * *

Noce 2020

View original post 351 altre parole

Pubblicato da Fabrizio Bregoli

Fabrizio Bregoli, nato nel bresciano, risiede da vent’anni in Brianza. Laureato con lode in Ingegneria Elettronica, lavora nel settore delle telecomunicazioni. Ha pubblicato le raccolte di poesia: “Cronache provvisorie (VJ, 2015), “Il senso della neve” (puntoacapo, 2016), “Zero al quoto” (puntoacapo, 2018), “Notizie da Patmos” (La Vita Felice, 2019). Ha inoltre realizzato per i tipi di Pulcinoelefante il libriccino d’arte “Grandi poeti” (2012) e per la collana Fiori di Torchio la plaquette “Onora il padre” (Serégn de la memoria, 2019). Sue opere sono incluse in “Lezioni di Poesia” (Arcipelago, 2015) a cura di Tomaso Kemeny e in “iPoet Lunario in Versi 2018” (Lietocolle, 2018), sulle riviste “Il Segnale”, “Atelier”, “Alla Bottega”, “Le voci della luna”, “Il Foglio Clandestino”, “Frequenze poetiche” e in numerose antologie e blog di poesia. È fra gli autori aderenti e censiti sul sito Italian Poetry, nato per la diffusione della poesia italiana nel mondo. Gli sono stati assegnati numerosi premi fra i quali: per la poesia inedita, i Premi “San Domenichino”, “Il Giardino di Babuk”, “Giovanni Descalzo”, “Dante d’Oro” dell’Università Bocconi di Milano, il “Premio della Stampa” al Città di Acqui Terme; per la poesia edita i Premi “Guido Gozzano”, “Rodolfo Valentino”, “Città di Umbertide” e il “Premio Letterario Internazionale Indipendente”. È stato inoltre finalista ai Premi Caput Gauri, Lorenzo Montano e Bologna in Lettere. Sulla sua poesia hanno scritto Tomaso Kemeny, Giuseppe Conte, Ivan Fedeli, Mauro Ferrari, Piero Marelli, Vincenzo Guarracino, Corrado Bagnoli, Sebastiano Aglieco, Paolo Gera, Sergio Gallo, Stefano Vitale, Eleonora Rimolo, Pierangela Rossi, Enea Roversi, e molti altri. Collabora come recensore con il sito “Larecherche.it”, con la pagina Facebook “Poeti Oggi” e fa parte della redazione di Laboratori Poesia per cui cura la rubrica “Poesia a confronto”.

One thought on “Alcuni testi inediti di Enea Roversi su Tragico Alverman

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: