Sotirios Pastakas – Sulla contemporaneità e oltre

Inverso - Giornale di poesia

Il discorso di Sotirios Pastakas al Premio Internazionale Nord Sud della Fondazione PescaraAbruzzo, pubblicato sulla rivista Poeti e Poesia, n.40.

La nostra contemporaneità comincia il 6 Agosto 1945 e finisce nel 2015 con il flusso di oltre un milione di emigranti verso il continente europeo. Dopo l’esplosione della bomba atomica su Hiroshima, il mondo è stato affascinato da qualcosa che ha finito per erodere lentamente il suo interesse per le arti, e dopo la recente ondata migratoria sono nate nuove esigenze per quanto riguarda la diffusione e la comprensibilità dell’opera d’arte e della poesia.
La mia opinione personale è che il travaglio, di cui soffrono tutte le arti al giorno d’oggi, non è dovuto ai luoghi comuni che sentiamo quotidianamente: la crisi degli autori, la debolezza delle opere, la scarsa attenzione dei media, i ragazzi che non leggono ecc, ecc. Nel corso degli anni ho consolidato la mia convinzione personale…

View original post 972 altre parole

Commenti disabilitati su Sotirios Pastakas – Sulla contemporaneità e oltre

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.