UN TAGLIO VIVO- Paolo Gera : riflessioni su “La Crepa Madre” di Carlo Tosetti.

Originally posted on CARTESENSIBILI:
rené magritte- la chambre d’écoute (la stanza d’ascolto) . Il primo prosimetro che ho incontrato è stato durante gli anni liceali, la “Vita Nuova” di Dante Alighieri, ma nessun insegnante di Italiano mi diede informazione del vocabolo. Così dunque si denominava un testo letterario che teneva uniti insieme, in maniera più…

INIZIATIVA CARTESENSIBILI …ci incontriamo in questa piazza- aprile 2020

Originally posted on CARTESENSIBILI:
? ? cooper & gorfer – UTOPIA or The Mistake of the Intellect ? INIZIATIVA CARTESENSIBILI …ci incontriamo in questa piazza di carta sempre sensibile https://cartesensibili.wordpress.com/2020/04/06/iniziativa-cartesensibili-agli-autori-e-ai-lettori-che-vogliono-partecipare-ci-incontriamo-in-questa-piazza-di-carta-sempre-sensibile/ . Ho sentito e seguito Cartesensibili, fin dalla sua nascita, una vera e propria piazza. La virtualità permette di estendere il suo spazio e ogni…

Due sì – di Paolo Gera – tracce di Andrea Zanzotto in “Notizie da Patmos” di Fabrizio Bregoli

Il blog Blanc de ta nuque, di Stefano Guglielmin, ospita un intervento critico di Paolo Gera dal titolo “Due sì” in cui si istituiscono possibili relazioni fra la poesia che chiude “Notizie da Patmos” (Quando s’addensa, dove…) e la Ecloga IX di Andrea Zanzotto (anche nota come Ecloga scolastica). Raffronto certo azzardato, controcorrente, ma cheContinua a leggere “Due sì – di Paolo Gera – tracce di Andrea Zanzotto in “Notizie da Patmos” di Fabrizio Bregoli”

MERAVIGLIA E VANITA’. “Approdi/Landings” di Sergio Gallo- Note di lettura critica di Paolo Gera

Originally posted on CARTESENSIBILI:
zdzisława beksiński ? ? Sempre nella poesia si è stabilita un’appartenenza di campo che ha diviso, se vogliamo usare l’accetta stilistica, i cultori del lirismo e quelli dell’oggettività, quelli che partono dall’analisi del proprio io e quelli che vogliono dare un resoconto attendibile del mondo oggettivo che ci circonda, lo sguardo…

T9- le parole perdute- POESIA, PADRE LONTANO, “Notizie da Patmos” di Fabrizio Bregoli: riflessioni di Paolo Gera

Originally posted on CARTESENSIBILI:
mario monicelli- padri e figli . Il tema è quello dell’incomunicabilità fra un padre e un figlio, del loro amore impossibile, della loro distanza incolmabile. Vari potrebbero essere i riferimenti, per approssimazione, a esperienze poetiche analoghe, dal padre prematuramente scomparso, percepito come assenza traumatica, di Pascoli, a quello di Sbarbaro in…

Proposte per la lettura: “In luogo pubblico” di Paolo Gera

Paolo Gera – In luogo pubblico (puntoacapo, 2019) Dalla postfazione di Fabrizio Bregoli: Le evoluzioni più recenti della letteratura contemporanea tendono a rinnegare la compartimentazione stagna dei generi letterari, non più concepiti come silos distinti e impermeabili, ma sempre più spazi intercomunicanti fra i quali l’osmosi, anziché violare una presunta purezza del singolo genere, favorisceContinua a leggere “Proposte per la lettura: “In luogo pubblico” di Paolo Gera”

T9 LE PAROLE INCOMPLETE – Paolo Gera: Commento e lettura dei testi da “La distanza delle orme @” di Marco Bellini

Originally posted on CARTESENSIBILI:
thingvellir-parco nazionale islanda . Contro l’urgenza della novità, dell’appena uscito, della prima fila a ogni costo, ho recuperato un libro pubblicato addirittura quattro anni fa…Il titolo, significativo, è “La distanza delle orme @” e l’autore si chiama Marco Bellini. È una raccolta di poesia che argomenta su distanze remote e su…

T9 – Le parole sufficienti- di Paolo Gera

Originally posted on CARTESENSIBILI:
tempesta colline senesi . Convegno “IN TEMPI BUI-La poesia e il linguaggio dell’impegno in Italia dalle leggi razziste ai porti chiusi”, Modena, 4 maggio 2019/ seconda parte Nella prima parte di restituzione degli atti del convegno tenutosi a Modena, lo scorso 4 maggio, cartesensibili ha presentato la mia presentazione e il…

IL TESTIMONE- riflessione di Paolo Gera su una poesia di Fabrizio Bregoli

Originally posted on CARTESENSIBILI:
?   haneul kim  ? Riflessione di Paolo Gera su una poesia di Fabrizio Bregoli, introdotta da una poesia di Piero Marelli ? Abito una geografia di nebbia perpetua. Qui non esiste neppure l’attesa, sono un’orbita sconsolata che gira e non sa dove vuole andare, completata da occhi cavi e ininterrotti,…