Archivi categoria: Ezra Pound

Hugh Selwyn Mauberley di Ezra Pound – terza puntata

Continua su Laboratori Poesia il lavoro di traduzione da “Hugh Selwyn Mauberley” di Ezra Pound, con l’intento di confrontarsi con l’opera di questo grande scrittore, nell’ottica della discussione e del confronto critico.

Potete trovare i testi sul sito “Laboratori Poesia” al link seguente

http://www.laboratoripoesia.it/ezra-pound-usa-engita-3/

Un estratto da “Envoi

[…]

Vai, libro nato muto,
dillo a lei che una volta mi cantò quella canzone di Lawes:
se tu soltanto avessi una canzone
per tutti quanti hai conosciuto,
allora ci sarebbe in te ragione per perdonare
perfino i miei errori che gravosi mi opprimono
e per erigere un lungo corso alle sue glorie.

 
Dillo a lei che diffonde
un tale tesoro nell’aria,
non badando a nient’altro se non che le sue grazie diano
vita all’attimo,
dillo, che io chiederei loro di vivere
come le rose, raccolte in un’ambra magica,
rosso maestoso fuso all’arancio e tutto questo reso
una sola sostanza e un solo colore
che sanno sfidare il tempo.

 
Dillo a Lei che va
con una canzone sulle labbra
ma non canta quella canzone, né sa
chi la scrisse, dillo che qualche altra bocca,
forse bella come la sua,
potrebbe, in tempi nuovi, guadagnarle pretendenti,
quando le nostre polveri giaceranno con quelle di Waller,
di setaccio in setaccio fino all’oblio,
finché questo eterno mutare avrà fatto a pezzi
tutto, tranne la Bellezza, soltanto.

(traduzione da Ezra Pound, Hugh Selwyn Mauberley – 1920)

https://en.wikipedia.org/wiki/File:Ezra_Pound_by_EO_Hoppe_1920.jpg

Continua su Laboratori Poesia

http://www.laboratoripoesia.it/ezra-pound-usa-engita-3/

Il testo in lingua originale su “Poetry Foundation”

https://www.poetryfoundation.org/poems/44915/hugh-selwyn-mauberley-part-i



Lascia un commento

Archiviato in Ezra Pound, Fabrizio Bregoli, Laboratori Poesia, Poesia, poetry, traduzione, Uncategorized

Hugh Selwyn Mauberley di Ezra Pound – seconda puntata

Continua su Laboratori Poesia il lavoro di traduzione da “Hugh Selwyn Mauberley” di Ezra Pound, con l’intento di confrontarsi con l’opera di questo grande scrittore, nell’ottica della discussione e del confronto critico.

Potete trovare i testi sul sito al link seguente

http://www.laboratoripoesia.it/ezra-pound-usa-engita-2/

Un estratto da “Mr. Nixon”

Nella cabina color oro crema del suo yacht a vapore
Mr. Nixon mi istruì gentilmente su come avere successo con il minore
rischio di perder tempo. «Tieni in debita
considerazione il recensore.
 
Ero povero come te;
all’inizio ottenni, ovviamente,
un anticipo sui diritti, cinquanta, per cominciare», disse Mr. Nixon,
«fai come me e accapàrrati una rubrica sui giornali,
anche se dovrai lavorare gratis.
 
Recensori oliati a dovere. Per passare da cinquanta a trecento
mi ci vollero diciotto mesi appena;
l’osso più duro da spezzare
fu il Dottor Dundas.
 
Non citai mai nessuno se non con l’intento
di vendere i miei lavori.
La dritta è quella buona, perché la letteratura
non dà a nessuno sinecura.

[…]

(traduzione da Ezra Pound, Hugh Selwyn Mauberley – 1920)

Continua su Laboratori Poesia

http://www.laboratoripoesia.it/ezra-pound-usa-engita-2/

Il testo in lingua originale su “Poetry Foundation”

https://www.poetryfoundation.org/poems/44915/hugh-selwyn-mauberley-part-i

Lascia un commento

Archiviato in Ezra Pound, Fabrizio Bregoli, Laboratori Poesia, Poesia, poetry, traduzione, Uncategorized

Hugh Selwyn Mauberley di Ezra Pound – prima puntata

Sul sito di laboratori Poesia, blog con il quale inizio a collaborare come membro della redazione guidata da Alessandro Canzian, esce oggi la prima puntata della traduzione dell’opera “Hugh Selwyn Mauberley” di Ezra Pound.

Ogni traduzione in quanto tale è sempre una parziale riscrittura dell’originale, essendo impossibile la completa trasposizione del materiale poetico da una lingua all’altra. La finalità è rendere il più possibile il poema di Pound con una lingua italiana contemporanea, viva.

Spero che questo, certamente imperfetto, tentativo (o azzardo) possa accogliere le aspettative dei lettori.

Potete leggere le traduzioni delle prime cinque poesie della “Part I” del poema di Ezra Pound al seguente link

http://www.laboratoripoesia.it/ezra-pound-usa-engita-1/

Immagine dal sito “Laboratori Poesia”

V
 
Ne morì una miriade,
e i migliori fra di loro
per una vecchia puttana sdentata,
per una civiltà rabberciata.
 
Fascino, sorrisi su belle labbra,
occhi pieni di vita finiti sotto palpebre di terra
 
tutto barattato per due partite di statue in macerie,
per pochissime migliaia di libri malconci.

(traduzione da Ezra Pound, Hugh Selwyn Mauberley – 1920)

Testi in lingua originale sul sito “Poetry Foundation”

https://www.poetryfoundation.org/poems/44915/hugh-selwyn-mauberley-part-i

Lascia un commento

Archiviato in Ezra Pound, Fabrizio Bregoli, Poesia, poetry, traduzione, Uncategorized