Archivi categoria: Emilia Barbato

Su "Laboratori Poesia"

La redazione di Laboratori Poesia ospita la poesia Schroedinger, a oggi mai pubblicata in rete, nella rubrica “Poeti da leggere” con testi selezionati a cura di Emilia Barbato.

Crederla riscrivibile una vita
manipolabile come una formula,
cambiarne le variabili
per darle il risultato che si auspica.

[…]

Per leggere il testo integrale:

http://www.laboratoripoesia.it/fabrizio-bregoli-2/

La poesia è inclusa nel mio nuovo libro “Notizie da Patmos” fresco di stampa.

Per ordinare “Notizie da Patmos”

https://www.lavitafelice.it/autore-fabrizio-bregoli-398697.html

Pronto per essere messo nel carrello!

Lascia un commento

Archiviato in Emilia Barbato, Fabrizio Bregoli, La Vita Felice, Laboratori Poesia, Notizie da Patmos, Poesia, poetry, Uncategorized

Emilia Barbato, Nature reversibili. Nota di Giorgio Galli

Una poetessa (o poeta se preferite) da leggere per chiunque ami la poesia, per la straordinaria bravura tecnica e la profondità dei contenuti. Lei è Emilia Barbato

Poetarum Silva

Emilia Barbato, Nature reversibili, LietoColle 2019

È una pace malinconica la sera,
la luna nuova si allunga
sul colonnato con passo d’uomo
e rami nudi, pensi alle dita nodose
di un Dio padre posto al centro
del portico e a figure grottesche
guardando l’ombra dei palmizi, è
un edificio religioso questo corpo.

Una rapsodia di canti d’amore. A Emilia Barbato la forma poematica dev’essere congeniale, se sia il precedente Il rigo tra i rami del sambuco (Pietre Vive Editore, 2018), sia questo Nature reversibili (LietoColle, 2019, con prefazione di Maurizio Cucchi) sono raccolte di poesia brevi e cucite insieme da un filo conduttore intenso – l’analogia tra il cancro della madre e lo scempio della Terra dei Fuochi nel Rigo, le misteriose armonie dell’amore in questo. L’amore di Emilia Barbato è solenne come una fede ed è affidato a un canto misurato, trattenuto, interiorizzato. È un amore assoluto, ma…

View original post 675 altre parole

1 Commento

Archiviato in Emilia Barbato, Poesia, Poetarum Silva, poetry, recensione