“La lingua visitata dalla neve” di Stefano Guglielmin

Oggi su Laboratori Poesia la nota di lettura all’ultimo saggio di Stefano Guglielmin dal titolo “La lingua visitata dalla neve” (Aracne, 2019) sullo “scrivere poesia oggi”. http://www.laboratoripoesia.it/la-lingua-visitata-dalla-neve-stefano-guglielmin/ Il nuovo libro di Stefano Guglielmin, come dichiarato dallo stesso autore nell’introduzione al lavoro, è frutto della frequentazione e dello studio approfondito della poesia (vissuto sia nell’accezione criticaContinua a leggere ““La lingua visitata dalla neve” di Stefano Guglielmin”

Hugh Selwyn Mauberley di Ezra Pound – prima puntata

Sul sito di laboratori Poesia, blog con il quale inizio a collaborare come membro della redazione guidata da Alessandro Canzian, esce oggi la prima puntata della traduzione dell’opera “Hugh Selwyn Mauberley” di Ezra Pound. Ogni traduzione in quanto tale è sempre una parziale riscrittura dell’originale, essendo impossibile la completa trasposizione del materiale poetico da unaContinua a leggere “Hugh Selwyn Mauberley di Ezra Pound – prima puntata”

Proposte per la lettura: “In luogo pubblico” di Paolo Gera

Paolo Gera – In luogo pubblico (puntoacapo, 2019) Dalla postfazione di Fabrizio Bregoli: Le evoluzioni più recenti della letteratura contemporanea tendono a rinnegare la compartimentazione stagna dei generi letterari, non più concepiti come silos distinti e impermeabili, ma sempre più spazi intercomunicanti fra i quali l’osmosi, anziché violare una presunta purezza del singolo genere, favorisceContinua a leggere “Proposte per la lettura: “In luogo pubblico” di Paolo Gera”

Fabrizio Bregoli – Inediti da “Notizie da Patmos”

Originally posted on Inverso – Giornale di poesia:
Inediti tratti dalla silloge “Notizie da Patmos” di prossima pubblicazione per i tipi de “La Vita Felice”, nella collana “Le voci italiane” ISTRUZIONI ALCHEMICHE PER IL COMPOSTAGGIO Raccogliere e impilare sfalci d’erba, gusci di noci, fondi di caffè filtri del tè, ossa, altre immondizie buone. Rivoltare due…

Recensione di “A margine” di Ivan Fedeli (Ladolfi Editore, 2019)

Oggi su LaRecherche.it la recensione all’ottimo nuovo libro di Ivan Fedeli, dal titolo A margine (Giuliano Ladolfi Editore, 2019).Una grande gioia poter scrivere questa nota di lettura. Confrontarsi con la poesia di Ivan Fedeli significa entrare in un mondo tutto suo, fortemente connotato sia a livello tematico sia a livello stilistico, che lo rendono inequivocabilmente identificabile, segnoContinua a leggere “Recensione di “A margine” di Ivan Fedeli (Ladolfi Editore, 2019)”

Francesco Gallina, La varicella

Originally posted on Poesia Ultracontemporanea:
Fiorì sul caro viso un prato di corniole, che a dirla così sembra un idillio, una bella poesiola d’autore ma è una varicella: la vescicola è la palude del male, l’orrore nascosto dentro una ciliegia di Vignola viola, purulenta piscia fuori un afrore di marcio di rudo di trash: il…

Fabrizio Bregoli sull’ultimo libro di Marco Bellini

Originally posted on Compitu Re Vivi :
Marco Bellini,  La distanza delle orme (La Vita felice, 2015) Il primo elemento che merita riferire parlando di questo ultimo (ad oggi) lavoro edito di Marco Bellini è la forma peculiare in cui si propone. Al tradizionale libro in formato cartaceo è allegato un CD che contiene, per numerose…

T9 LE PAROLE INCOMPLETE – Paolo Gera: Commento e lettura dei testi da “La distanza delle orme @” di Marco Bellini

Originally posted on CARTESENSIBILI:
thingvellir-parco nazionale islanda . Contro l’urgenza della novità, dell’appena uscito, della prima fila a ogni costo, ho recuperato un libro pubblicato addirittura quattro anni fa…Il titolo, significativo, è “La distanza delle orme @” e l’autore si chiama Marco Bellini. È una raccolta di poesia che argomenta su distanze remote e su…

“Zero al quoto” su “Il giardino dei poeti”

Originally posted on il giardino dei poeti:
Un pugno di segatura contro il nulla (Dalla Prefazione a “Zero al quoto” – puntoacapo, 2018) Un?titolo,?per i profani, quanto mai oscuro,?Zero al quoto, espressione con cui?in gergo?matematico s’intende?un’operazione?che ha come resto zero?e che trasferita dall’ambito suo proprio allude?ad una ricerca di senso che approda?allo zero, ossia al…