Alessia Bronico su “Notizie da Patmos”

Alessia Bronico, con grande sensibilità e perspicacia, ha scritto questa breve nota di lettura su “Notizie da Patmos” (La Vita Felice, 2019), che partendo dalle connotazioni etimologiche che si possono desumere dal titolo, dal ruolo algebrico della poesia, dalla contrapposizione classica poesia-silenzio, analizza il tema della riparazione e della riconciliazione, effettivamente centrali nell’impianto dell’opera. LaContinua a leggere “Alessia Bronico su “Notizie da Patmos””

Border Geography

BORDER GEOGRAPHY You had a passion for the borders drawing demarcation fronts, their geography fulfilled. Firm.   For this reason you relied on maps that certainty of crossings and passes, what is necessary to regulate lives, perhaps just a limbo in the desert, a wall a demilitarised zone. For us, it did not help toContinua a leggere “Border Geography”

International Festival of Poetry -1 Agosto 2020

1 Agosto 2020 – Ore 18.00 – Festival Internazionale di Poesia – in diretta Facebook Condotto dal prof. Masud Uzzaman, poeta, traduttore, critico letterario e editor Institute of Education and Research – University of Dhaka – Bangladesh Con la partecipazione di 6 poeti dall’Italia che presenteranno alcune poesie tradotte in inglese, in bengalese dal prof.Continua a leggere “International Festival of Poetry -1 Agosto 2020”

Poesia a confronto: Padri

Ventisettesimo appuntamento con la rubrica “Poesia a confronto” sul blog “Laboratori Poesia“. Il tema affrontato oggi è Padri, con il confronto fra poesie di Sbarbaro, Sinisgalli, Raboni, Cucchi. Il padre è tema ricorrente nella poesia di tutti i tempi, soprattutto in relazione alla figura del figlio che vede da sempre in lui una figura diContinua a leggere “Poesia a confronto: Padri”

Ma di che vivono i poeti?

La poesia è una passione, non una professione. Occorre dirlo? Ecco un bell’articolo di Gilda Policastro sull’argomento, apparso su La Repubblica del 26 Luglio 2020, in cui si raccolgono alcuni contributi nati da una discussione su Facebook. E naturalmente le immancabili poesie scelte per la Bottega. Buona lettura!

Fabrizio Bregoli, “Il senso della neve”, Puntoacapo, letto da Luigi Paraboschi

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Scrivere attorno a questo lavoro di Fabrizio Bregoli rappresenta un impegno abbastanza serio vista sia la numerosa presenza di testi, che l’autore ha pensato bene di raggruppare in differenti capitoli (non so se sia lecito usare questa definizione), sia anche per l’alto livello linguistico che l’autore possiede e…

Raffaela Fazio, “A grandezza naturale”

Originally posted on perìgeion:
di Giorgio Galli Fra eternità e senso della morte si snoda il percorso di Raffaela Fazio in A grandezza naturale (Arcipelago Itaca, 2020, con prefazione di Daniele Barbieri), cammino dell’anima venato di misticismo e di eros. Un cammino in cui incontriamo l’immagine rilkiana dei “due mondi”: * Sei la spilla…

Poesia a confronto: Strani amori

Ventiseiesimo appuntamento con la rubrica “Poesia a confronto” sul blog “Laboratori Poesia“. Il tema affrontato oggi è Strani amori, con il confronto fra poesie di Marziale, Bellezza, Mari, Ruffilli. Non abbiate timore: non è nostra intenzione spacciare testi di canzoni pop per poesia, né Laura Pausini si è decisa a rendere pubblici i suoi versi.Continua a leggere “Poesia a confronto: Strani amori”

Cinque poesie di Carlo Giacobbi da “Oltre il visibile”, Arcipelago itaca Edizioni – 2019, nota di Alessio Alessandrini

Originally posted on LA PRESENZA DI ÈRATO:
Oltre il visibile è un percorso poetico accidentato e arduo che vuole risalire al cuore delle cose, lo fa in una doppia modalità che poi è quella che differenzia la prima parte dell’opera dalle successive. Ovvero, se le liriche della sezione OLTRE IL VISIBILE si muovono intorno alla…

Cinque inediti di Cristina Annino su “Blanc de ta nuque”

Splendida anteprima sul blog Blanc de ta nuque di Stefano Guglielmin che ci propone cinque inediti nuovi di pacca della straordinaria Cristina Annino. Fra questi, una “Cena con Tesla” di cui dice Guglielmin: “A Nikola Tesla, Edison rubò il brevetto. Un derubato, forse. E ancora un ladro, in controcampo, dunque. Annino chiama lo scienziato inContinua a leggere “Cinque inediti di Cristina Annino su “Blanc de ta nuque””