Archivi del mese: ottobre 2019

Fabrizio Bregoli – Inediti da “Notizie da Patmos”

Il blog InversoPoesia ospita alcuni inediti che saranno inclusi in “Notizie da Patmos”, silloge di prossima pubblicazione per “La Vita Felice” nella collana “Le voci italiane”.
Ringraziamo la redazione di InversoPoesia, in particolare i direttori editoriali Gabriele Galloni e Mattia Tarantino.
Buona lettura!

Inverso - Giornale di poesia

Inediti tratti dalla silloge “Notizie da Patmos” di prossima pubblicazione per i tipi de “La Vita Felice”, nella collana “Le voci italiane”

ISTRUZIONI ALCHEMICHE PER IL COMPOSTAGGIO

Raccogliere e impilare sfalci d’erba,
gusci di noci, fondi di caffè
filtri del tè, ossa, altre immondizie buone.
Rivoltare due o tre volte l’anno, piano
per riattivare il ciclo del silenzio.
Di quando in quando innaffiare, aggiungere
qualche altra scoria, emersa da uno specchio
dimenticato. Pressare a dovere
come a reprimere un singhiozzo buio,
un ricordo di frodo.
Poi maturare a fondo, concedere
varco al tempo, alla sua lama gentile.

Talvolta – dopo un terremoto d’anni –
vi affiora una poesia.

*

SOMIGLIANZE

Oggi capisco meglio il tuo sbandare
per campi a fare legna, negli inverni
di pianura – quei loro labbri chiusi –
o il vegliare nel capanno di caccia
col respiro impallinato, e così
non impaurire i tordi, o i pomeriggi

View original post 205 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Recensione di “A margine” di Ivan Fedeli (Ladolfi Editore, 2019)

Oggi su LaRecherche.it la recensione all’ottimo nuovo libro di Ivan Fedeli, dal titolo A margine (Giuliano Ladolfi Editore, 2019).
Una grande gioia poter scrivere questa nota di lettura.

Confrontarsi con la poesia di Ivan Fedeli significa entrare in un mondo tutto suo, fortemente connotato sia a livello tematico sia a livello stilistico, che lo rendono inequivocabilmente identificabile, segno di un percorso poetico di grande coerenza, applicazione, autenticità della scrittura.  […]

Questo nuovo Fedeli allora è capace di affascinarci con la rappresentazione, a tratti ironica a tratti malinconica, della nuova “fauna” da social network, “la nostra solitudine di massa” in cerca di una propria “appartenenza”, fosse anche semplicemente la raccolta dei like per il post di una torta fatta in casa, innestando nella sua poesia una nuova pregnanza e concretezza che va ad intercettare questa nuova istanza della contemporaneità. Insieme a questo troviamo però anche ambientazioni più crepuscolari (nell’accezione nobile del termine) ed elegiache, come nella sezione “Il mare dei poveri”, un mare d’inverno con “il suo onore da bassa stagione”, in cui si affiancano alla desolazione del paesaggio (“lattine di Fanta”, “bottiglie in plastica”, “mozziconi”) quei piccoli gesti d’amore dei protagonisti, che diventano il rimedio per porre un argine al tempo, alla sua mola onnivora, perché “così si protegge il mondo”.  [..]

Di particolare pregio e forte impatto emotivo è, in particolare, la sezione “La copertina rossa”, dedicata al figlio Riccardo, “figlio / del mondo figlio mio”, che sta imparando a scrivere e che deve quindi familiarizzarsi con le regole dell’ortografia e della grammatica: ne nasce una riflessione profonda, mai banale, sul ruolo del linguaggio, la sua capacità di farsi interprete dell’uomo e del mondo. È anche una dichiarazione di poetica che Fedeli ci porge, una visione della scrittura come mezzo per esprimere l’autenticità, indagare il mondo con consapevolezza etica: “Scrivere è poi vivere si sa”, “l’idea / che un mondo intero stia in un foglio / di carta”, “Scrivi ciò che vedi così ti dicono / quasi ci fosse nel vedere un senso / compiuto”. […]

La nota di lettura completa su Larecherche.it

Lascia un commento

Archiviato in Fabrizio Bregoli, Ivan Fedeli, Poesia, poetry, recensione, Uncategorized

“L’io che scrive” – 15/10/2019

Incontro con la poesia di Fabrizio Bregoli, a cura de “La Fonte di Ippocrene”. Presso la Sala Civica del Villaggio Giardino a Modena.

Introduzione critica di Antonella Jacoli.

Vi attendiamo numerosi!

Lascia un commento

Archiviato in Antonella Jacoli, Fabrizio Bregoli, La Fonte di Ippocrene, Poesia, poetry

Zero al quoto su L’Altrove – Appunti di Poesia

Trovate sul blog letterario L’Altrove una selezione di testi tratti dalla ultima pubblicazione “Zero al quoto” (puntoacapo, 2018)

Un ringraziamento speciale a tutta la redazione del blog

Lascia un commento

Archiviato in Poesia, poetry, Uncategorized, Zero al quoto, zeroalquoto

Sei poesie di Rainer Maria Rilke da “Silenzio e Tempesta” – Marco Saya Edizioni – di prossima pubblicazione, traduzione di Raffaela Fazio

Interessanti traduzioni da Rilke a cura di Raffaela Fazio.

LA PRESENZA DI ÈRATO

rilkeRainer Maria Rilke, Praga 1875 – Montreux 1926

Das Leben ist gut und licht.
Das Leben hat goldene Gassen.
Fester wollen wirs fassen,
wir fürchten das Leben nicht.

Wir heben Stille und Sturm,
die bauen und bilden uns beide:
Dich – kleidet die Stille wie Seide,
mich – machen die Stürme zum Turm…

La vita è buona, è leggera.
La vita ha vicoli d’oro.
Più forte la vogliamo afferrare,
di lei non abbiamo paura.

Solleviamo silenzio e tempesta
e questi ci formano entrambi.
Tu – come seta il silenzio ti veste.
Io – fatto torre dalle tempeste…

View original post 875 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Francesco Gallina, La varicella

Ospitiamo una bella poesia, estremamente originale, dell’amico Francesco Gallina.

Poesia Ultracontemporanea

Fiorì sul caro viso
un prato di corniole, che a dirla
così sembra un idillio, una bella
poesiola d’autore
ma è una varicella: la vescicola
è la palude del male, l’orrore
nascosto dentro una ciliegia di Vignola
viola, purulenta piscia fuori un afrore
di marcio di rudo di trash: il rash
cutaneo evolve sull’addome
sul torace dentro il naso le mucose
sulla zona genitale un martirio
un prurito un groviglio
di piaghe sulla pelle
che a Montpellier
vorresti andare a pregare
San Rocco, ma il tuo è solo un delirio
la conversione di Rodrigo
dopo l’eruzione del Vesuvio
la piantagione di bubblewrap sull’epitelio
che ti diverti a scoppiare una ad una
prima di uscire fuori nuovo insetto
dall’imballaggio crostoso, dall’exuvia
che si stacca e tenace si dismala

(Inedito)

View original post

Lascia un commento

Archiviato in Francesco Gallina, Poesia, Poesia Ultracontemporanea, poetry, Uncategorized

“Le divergenze celesti”

Arte e Poesia

Articolo di Rosalba Le Favi

Lascia un commento

Archiviato in Gianfranco De Palos, Lettura poetica, Poesia, poetry, Rosalba Le Favi, Uncategorized